Suche

Tutto pronto all'aeroporto di Stoccarda per il sistema di parcheggio completamente autonomo

Gabriele Aimone Cat

Gabriele Aimone Cat >

X

Apcoa, Bosch e Mercedes-Benz collaborano al primo servizio al mondo con Automated valet parking

  • In futuro, un comando dallo smartphone dirà all'auto di posizionarsi in uno spazio del parcheggio P6 dell'aeroporto di Stoccarda
  • La nuova Mercedes-Benz Classe S è dotata della tecnologia che rende possibile il parcheggio completamente autonomo (livello SAE 4 )
  • Per la prima volta Bosch utilizza per l’Automated valet parking un'infrastruttura basata su telecamera in grado di rilevare corsie e ostacoli
  • Il gestore di parcheggi Apcoa testa le funzioni di barriera e pagamento come base per l'Automated valet parking basato sulla piattaforma di mobilità digitale "Apcoa Flow”

Stoccarda, Germania – Il parcheggio automatizzato ridurrà lo stress in aeroporto: Bosch, Mercedes-Benz e il gestore di parcheggi Apcoa intendono introdurre il parcheggio completamente autonomo nell'aeroporto di Stoccarda. Per far ciò verrà utilizzato il sistema di Automated valet parking (AVP) sviluppato da Bosch e Mercedes-Benz. La nuova Mercedes-Benz Classe S è il primo veicolo al mondo prodotto in serie dotato della tecnologia necessaria per il futuro AVP basato su infrastruttura. All’acquisto i clienti possono scegliere come opzione la preinstallazione dell'INTELLIGENT PARK PILOT, che rende la Classe S in grado di ricevere il comando dello smartphone per raggiungere in totale autonomia lo spazio che le è riservato in un parcheggio. "Con la nuova Classe S, il lusso non è solo nella guida, ma anche nell'esperienza di parcheggio" ha dichiarato Michael Hafner, a capo della sezione guida autonoma di Mercedes-Benz AG. Il parcheggio P6 all'aeroporto di Stoccarda farà da pilota per il servizio di parcheggio autonomo. Qui le aziende testeranno in che modo la tecnologia del veicolo a bordo della Classe S interagisce con l'infrastruttura intelligente Bosch e con APCOA FLOW, la piattaforma digitale fornita dalla società Apcoa. La piattaforma rende completamente autonomo il deposito in parcheggio, dal biglietto al pagamento. "Apcoa, Bosch, Mercedes-Benz e l'aeroporto di Stoccarda intendono lavorare insieme per rendere l'operazione di parcheggiare l'auto completamente automatizzata" ha dichiarato Christoph Hartung di Bosch Connected Mobility Solutions. Nel parcheggio dell'aeroporto sono attualmente in corso i preparativi per iniziare i test. La finalità è assicurare che le interazioni tra il veicolo, la tecnologia dell'infrastruttura e l'operatore del parcheggio avvengano senza ostacoli e siano ottimizzate per il cliente.

Con la nuova Classe S, il lusso non è solo nella guida, ma anche nell'esperienza di parcheggio

ha dichiarato Michael Hafner, a capo della sezione guida autonoma di Mercedes-Benz AG.

Apcoa, Bosch, Mercedes-Benz e l'aeroporto di Stoccarda intendono lavorare insieme per rendere l'operazione di parcheggiare l'auto completamente automatizzata

ha dichiarato Christoph Hartung di Bosch Connected Mobility Solutions.

La prima funzione di parcheggio di livello SAE 4 al mondo in un veicolo prodotto in serie

A luglio 2019, Bosch e Mercedes-Benz avevano ottenuto la prima autorizzazione speciale ad operare l'AVP per una selezione di veicoli Classe E senza conducente a bordo, nel traffico di un vero parcheggio misto, nel garage del Museo Mercedes-Benz di Stoccarda. Dotata dell'adeguata preinstallazione dell'INTELLIGENT PARK PILOT, la nuova Mercedes-Benz Classe S è ora il primo veicolo prodotto in serie dotato della tecnologia AVP che consente il parcheggio del veicolo senza conducente. L'applicazione dipenderà tuttavia dalla disponibilità futura di parcheggi dotati dell'infrastruttura adeguata, oltre che dal via libera all'AVP da parte dei legislatori nazionali. Questo fa della Mercedes-Benz Classe S il primo veicolo al mondo con la preinstallazione di una funzione di guida autonoma di livello SAE 4, il secondo massimo livello di automazione. "Con l'Automated valet parking, Mercedes-Benz dimostra che il parcheggio senza conducente sarà presto possibile" ha spiegato Hafner.

Per agevolare la nuova funzione di parcheggio one-touch sarà allestita un'ampia area di deposito e prelievo direttamente alle spalle dell'ingresso del parcheggio P6, dove gli utenti dell'AVP potranno lasciare i veicoli. Potranno quindi raggiungere tranquillamente il terminale e il check-in mentre la loro Classe S si parcheggia autonomamente al piano terra. "L'Automated valet parking aumenta efficacemente comfort e praticità per i nostri passeggeri e fa risparmiare tempo, specialmente quando vanno di fretta e vogliono lasciare rapidamente l'auto in aeroporto" ha dichiarato Walter Schoefer, portavoce della direzione di Flughafen Stuttgart GmbH. Per la fase di avvio test, il P6 avrà inizialmente a disposizione due spazi per il parcheggio autonomo. Altri spazi saranno aggiunti in funzione del progressivo aumento della domanda di questo tipo di soluzione.

Infrastruttura intelligente e piattaforme digitali

Nel parcheggio pilota dell'aeroporto di Stoccarda debutteranno le nuove videocamere Bosch in grado di identificare gli spazi liberi, monitorare le corsie di guida e le aree circostanti e rilevare gli ostacoli o le persone presenti sulla corsia. Fino ad ora queste funzioni erano svolte dai sensori Lidar. Una centralina dedicata nel parcheggio calcola il percorso che i veicoli devono compiere per raggiungere uno spazio disponibile. "La nostra infrastruttura intelligente rappresenta la base del futuro parcheggio autonomo senza conducente" ha commentato Hartung. Grazie alle informazioni fornite dalle telecamere, le auto possono spostarsi autonomamente all'interno del parcheggio anche su rampe di connessione tra i vari livelli. La tecnologia presente a bordo dell'auto converte autonomamente le informazioni dell'infrastruttura in manovre di guida. Se le telecamere rilevano un ostacolo imprevisto, per esempio, il veicolo esegue un arresto di emergenza in sicurezza.

APCOA FLOW, la piattaforma digitale dell'operatore di parcheggi Apcoa svolge un ruolo fondamentale nel parcheggio autonomo dell'aeroporto di Stoccarda. Gli automobilisti utilizzano già la piattaforma per facilitare l'operazione di parcheggio. Si va dalle prenotazioni aziendali dello spazio nel parcheggio, ingresso e uscita contactless, fino al pagamento e alla fatturazione automatizzati. Il sistema riconosce il veicolo del cliente e le sbarre si sollevano automaticamente senza dover utilizzare biglietti né passare a pagare alla cassa automatica. "Vogliamo essere il primo operatore del settore a offrire la totale compatibilità e funzionalità per i servizi di parcheggio autonomo basati su tecnologia AVP in uno dei nostri parcheggi" ha commentato Frank van der Sant, Chief Commercial Officer di Apcoa Parking Holdings GmbH.

La nostra infrastruttura intelligente rappresenta la base del futuro parcheggio autonomo senza conducente

ha dichiarato Christoph Hartung di Bosch Connected Mobility Solutions.

Vogliamo essere il primo operatore del settore a offrire la totale compatibilità e funzionalità per i servizi di parcheggio autonomo basati su tecnologia AVP in uno dei nostri parcheggi

ha commentato Frank van der Sant, Chief Commercial Officer di Apcoa Parking Holdings GmbH.

Più veicoli, più parcheggi

Un servizio di deposito e ritiro del veicolo consente di risparmiare tempo ed evita di dover compiere lunghi tragitti. Quando i parcheggi saranno dotati dell'infrastruttura adeguata e quando la legge autorizzerà l'AVP, i clienti potranno godere pienamente dei servizi di parcheggio senza conducente. Bosch e Mercedes-Benz ne stanno creando le basi attraverso la prima soluzione al mondo basata su infrastruttura per l'Automated valet parking di livello SAE 4 nel traffico di un vero parcheggio misto. Gli standard e le interfacce uniformi assicurano la comunicazione fluida tra i veicoli e la tecnologia di infrastruttura. L'obiettivo di Bosch per il futuro è di dotare sempre più parcheggi della tecnologia di infrastruttura per AVP. Apcoa, nella sua posizione di più grande operatore di parcheggi d'Europa, ha anche un interesse strategico nell'offrire servizi premium innovativi come l'AVP in un numero crescente dei suoi parcheggi. "In futuro vogliamo aprire l'AVP a più clienti in strutture Apcoa selezionate" ha dichiarato van der Sant. L'azienda gestisce circa 1,5 milioni di singoli spazi parcheggio in oltre 9.500 siti in 13 Paesi europei. Aumentando la disponibilità di servizi di parcheggio completamente autonomo, la stessa superficie potrebbe ospitare fino al 20% in più di veicoli. Inoltre, il parcheggio autonomo è particolarmente adatto per sfruttare gli spazi più stretti e lontani, che le persone tendono ad evitare.

Ulteriori informazioni:

Anteprima mondiale: Bosch e Daimler ottengono l'approvazione per il parcheggio autonomo senza supervisione

Bosch e Daimler danno dimostrazione del parcheggio autonomo in condizioni reali

Contatti per la Stampa:

Tel. 02 3696 2613 - 2698 - 2330

press@it.bosch.com

Il settore di business Mobility Solutions è il più importante del Gruppo Bosch. Nel 2019 ha registrato un fatturato di 46,8 miliardi di Euro, equivalenti al 60 percento dei ricavi totali del Gruppo. Questi risultati rendono il Gruppo Bosch uno dei fornitori leader nel campo automotive. Il settore di business Mobility Solutions persegue la visione della mobilità del futuro sicura, sostenibile ed entusiasmante e combina l’expertise del gruppo in quattro ambiti di guida: personalizzata, autonoma, connessa ed elettrificata, offrendo ai propri clienti soluzioni di mobilità integrata. Il settore di business Mobility Solutions opera a livello mondiale nelle seguenti aree di business: sistemi di iniezione per motori a combustione interna, mobilità e soluzioni alternative legate alla propulsione elettrica, sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza, guida autonoma, tecnologie per informazione e comunicazione fra veicoli e fra veicoli e infrastrutture, concept e servizi per l'aftermarket. Bosch ha contribuito con importanti innovazioni all'evoluzione dell'auto come, per esempio, la gestione elettronica del motore, il sistema elettronico di stabilità ESP e la tecnologia common-rail per i motori diesel.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 400.000 collaboratori (al 31 dicembre 2019) nel mondo, impiegati nei quattro settori di business Mobi-lity Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 77,7 miliardi di euro nel 2019. In qualità di azienda leader nel settore IoT Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, Industry 4.0 e mobilità connessa. Inoltre, utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un'unica fonte. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa che contengano intelligenza artificiale (IA) o che siano state sviluppate o prodotte grazie ad essa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete ingegneristica, di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 72.600 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 126 sedi in tutto il mondo, nonché circa 30.000 ingegneri software.

Ulteriori informazioni sul sito www.bosch.com e www.bosch.it/stampa

Stai ancora cercando qualcosa?