Suche

Press release #Bosch Group
Condividi il comunicato stampa

Fiera di Hannover 2024: Bosch presenta soluzioni per l'automazione delle fabbriche, l'economia dell'idrogeno e l'IA

Tante soluzioni per l'industria sostenibile

  • Tecnologia Bosch per l'intelligenza artificiale, la produzione e il riciclo delle batterie, gli elettrolizzatori, l'automazione delle fabbriche e le stazioni di rifornimento per l'idrogeno
  • Nel 2023 il fatturato del settore Industrial Technology è aumentato del 10,2% al netto degli effetti valutari, arrivando a 7,4 miliardi di euro
  • Tanja Rueckert: "Intendiamo portare il fatturato del settore di business Industrial Technology a 10 miliardi di euro entro il 2028"
Gabriele Aimone Cat

Gabriele Aimone Cat

X

Stoccarda e Hannover, Germania – La produzione industriale è il motore di ogni economia. Crea posti di lavoro, garantisce la crescita e assicura lo sviluppo tramite il commercio. I produttori industriali, alla Fiera di Hannover di quest'anno, avranno in comune una sfida importante: rendere le fabbriche sostenibili e conservare le risorse, così da contrastare il cambiamento climatico. Bosch è una delle aziende leader nel settore industriale; l’ampio portafoglio di soluzioni per l'automazione delle fabbriche, l'economia dell'idrogeno, la digitalizzazione e l'Intelligenza Artificiale (IA) aiuta le aziende a realizzare la transizione ecosostenibile.

La tecnologia industriale Bosch è molto richiesta: nel 2023, il fornitore di tecnologie e servizi è riuscito a tener salda la propria posizione nel contesto di un mercato volatile, segnato dalle tensioni geopolitiche, dalla crisi economica e dagli effetti dei tassi di interesse. Il fatturato del settore di business Industrial Technology è salito a 7,4 miliardi di euro, registrando un aumento del 6,8%, pari al 10,2% al netto degli effetti valutari. I principali motori di crescita sono state le acquisizioni di HydraForce ed Elmo Motion Control. "Puntiamo a una strategia di crescita a lungo termine nel campo della tecnologia industriale", ha dichiarato Tanja Rueckert, Membro del Consiglio di Amministrazione di Bosch e responsabile del settore di business Industrial Technology e dell'area di business digitale e servizi. "Intendiamo rafforzare la nostra posizione di mercato, ampliare le catene di approvvigionamento regionali e portare il fatturato del settore Industrial Technology a 10 miliardi di euro".

IA generativa: miglioramento dei processi, aumento della qualità

Nella produzione, Bosch intende utilizzare l'IA generativa per migliorare ulteriormente la gestione, il monitoraggio e il controllo della produzione. In due stabilimenti Bosch in Germania, l'azienda ha avviato dei progetti pilota in cui l'IA generativa crea immagini artificiali allo scopo di sviluppare e rendere disponibili su vasta scala le soluzioni IA di ispezione ottica, ottimizzando i modelli IA esistenti. Da queste soluzioni Bosch si aspetta la riduzione dei tempi di pianificazione, lancio e impiego delle applicazioni IA, dagli attuali 6-12 mesi a poche settimane. Sviluppato dai ricercatori Bosch, questo servizio di generazione di dati sintetici sarà offerto a tutte le sedi Bosch al termine del progetto pilota.

ctrlX AUTOMATION: un toolkit per l'automazione

Il sistema ctrlX AUTOMATION per l'automazione delle fabbriche, sviluppato da Bosch Rexroth, è composto da hardware, software e app. Si tratta di una piattaforma aperta che fornisce tutti gli elementi per realizzare soluzioni di automazione, riducendo del 30 - 50% i costi di componenti e ingegnerizzazione. ctrlX World, la community di partner della piattaforma, continua ad ampliare la gamma di soluzioni con hardware e, soprattutto, con le app. Finora, hanno contribuito 100 partner. Dal momento del lancio, avvenuto cinque anni fa, il numero di clienti è salito a circa 1.500. In quest'area, nel 2023, il fatturato è aumentato del 30%.

Produzione di batterie: componenti per le apparecchiature automatizzate

L'elettromobilità, l'elettronica di consumo o le tecnologie per gli edifici sono aree in cui la domanda di accumulo di energia è più forte che mai. Bosch Rexroth offre un portafoglio completo per la produzione di batterie, che comprende singoli componenti, soluzioni di sistema e sottosistemi con tecnologia lineare, di giunzione e trasferimento, oltre al sistema completamente aperto ctrlX AUTOMATION. Anche velocità e precisione sono importanti per la produzione di batterie. Bosch Rexroth ha sviluppato robot lineari che possono essere usati rapidamente per applicazioni tipiche, come la movimentazione di celle e pacchi, nonché la giunzione e la distribuzione. Questi robot ottimizzano i processi di assemblaggio e disassemblamento di moduli e pacchi.

Riciclo delle batterie: soluzione di automazione per la scarica profonda delle batterie

È sempre più frequente vedere sulle nostre strade veicoli elettrici che si muovono silenziosamente con bassi livelli di emissioni. Le loro batterie contengono materie prime rare e preziose come il litio e il nichel, il cui recupero conviene in termini ecologici ed economici. La soluzione in toolkit di Bosch Rexroth, per la diagnosi, la scarica e il disassemblamento delle batterie usate dei veicoli, consente di automatizzare queste prime fasi del processo, a cui segue il processo di recupero vero e proprio delle materie prime. Questo consente di riciclare le batterie su scala industriale e offre la possibilità di scalare in modo flessibile.

Stack e modulo elettrolisi intelligente: tecnologia per elettrolizzatori di idrogeno

Bosch mira non solo a utilizzare l'idrogeno, ma anche a fornire una tecnologia intelligente per la sua produzione. A questo scopo, ha sviluppato uno stack per elettrolisi, l'elemento centrale dell'elettrolizzatore. Lo stack comprende più di 100 celle di elettrolisi che utilizzano l'elettricità per dividere l'acqua in ossigeno e idrogeno. È progettato per una capacità di 1,25 megawatt, con la quale è possibile produrre 23 chilogrammi di idrogeno all'ora. Lo stack per elettrolisi Bosch è adatto per l'uso in impianti su piccola scala che producono 1 megawatt e oltre, fino a grandi impianti su scala gigawatt. Si prevede che sarà pronto per il mercato dal 2025. Inoltre, Bosch sta progettando di combinare lo stack di elettrolizzatori con una centralina elettronica, elettronica di potenza e vari sensori per creare un modulo di elettrolisi intelligente.

Tecnologia di produzione e collaudo: come sono fatte le celle a combustibile

Bosch Manufacturing Solutions (BMG), la unit aziendale per macchinari speciali, fornisce attrezzature di produzione avanzate e tecnologia di test per la produzione di celle a combustibile, dai singoli componenti ai sistemi completi. In totale, oltre il 50% delle attrezzature di produzione richieste proviene da Bosch. Per testare stack e sistemi, nel test funzionale di fine linea si simulano le condizioni naturali di funzionamento delle celle a combustibile PEM. Qui, la composizione del gas, la temperatura, la pressione e l'umidità sono le stesse del veicolo reale. I banchi prova funzionano in modo efficiente e il 50% dell'idrogeno utilizzato viene recuperato per nuovi processi di test. Alla Fiera di Hannover sarà presentato per la prima volta un banco prova per gli stack a elettrolisi PEM (membrana elettrolitica polimerica). Questo tipo di banco prova può essere impiegato sia per lo sviluppo sia per i collaudi funzionali di fine linea ed è disponibile in classi di potenza comprese tra 50 kW e 3 MW.

Azionatore subacqueo eSEA: elettrificazione degli impianti offshore

In futuro l'idrogeno sarà spesso prodotto in aree remote, nei deserti o sul mare, lontano dai luoghi in cui sarà utilizzato. Affinché sia economicamente conveniente usare strutture offshore per l'idrogeno verde e la cattura e lo stoccaggio di CO2, la tecnologia degli impianti deve poter essere acquistata e messa in funzione a prezzi molto più bassi di quanto lo siano oggi. Bosch Rexroth ha sviluppato una soluzione elettrica per il controllo delle valvole negli impianti di processo sottomarini fino a 4.000 metri di profondità. Questa soluzione non impiega più valvole azionate da attuatori idraulici, eliminando la necessità di chilometri di linee idrauliche per collegarsi alle centraline idrauliche in superficie.

Stazioni di rifornimento di idrogeno: soluzioni per la compressione dell'idrogeno

Le stazioni per il rifornimento di idrogeno sono fondamentali per la decarbonizzazione del settore della mobilità. Nei prossimi sei anni diverse migliaia di stazioni per il rifornimento di idrogeno entreranno in funzione a livello mondiale. Insieme ai propri partner, Bosch Rexroth ha sviluppato soluzioni scalabili per unità di azionamento a compressore servoidraulico nella gamma di potenza compresa tra 10 e 280 kW per la compressione dell'idrogeno. Per poter rifornire i veicoli con carburante a idrogeno in modo rapido e semplice, è necessario comprimere il gas fino a 900 bar. In collaborazione con FirstElement Fuel, azienda leader americana per la gestione commerciale delle stazioni di rifornimento di idrogeno, è stata sviluppata una nuova pompa criogenica ad azionamento elettroidraulico. La pompa criogenica comprime l'idrogeno liquido direttamente a 875 bar. L'obiettivo è di rifornire i veicoli industriali pesanti con 100 kg di idrogeno in meno di dieci minuti. Il rifornimento diretto elimina la necessità di serbatoi di stoccaggio intermedi nelle stazioni di servizio. La dotazione delle prime stazioni di rifornimento è prevista per il 2025. Inoltre, Bosch Rexroth ha collaborato con Maximator Hydrogen per sviluppare unità di azionamento scalabili a e bassa manutenzione, con portate che, al momento, arrivano a 250 kW, e permettono ai gestori delle stazioni di rifornimento di entrare nel campo della tecnologia dell'idrogeno a costi accessibili. I nuovi compressori basati su container possono ridurre della metà il costo totale di proprietà rispetto alle alternative disponibili in commercio. Swiss Coop Group utilizza già camion a idrogeno per il trasporto delle merci, che fanno il pieno in cinque stazioni di servizio attrezzate con la tecnologia Maximator e Bosch Rexroth.

Contatti per la Stampa:

Tel. 02 3696 2613 – 2698 – 2330

press@it.bosch.com

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 429.000 collaboratori (al 31 dicembre 2023) nel mondo, impiegati nei quattro settori di business Mobility, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 91,6 miliardi di euro nel 2023. Con le sue attività di business, l’azienda persegue l’obiettivo di utilizzare la tecnologia per contribuire a dare forma a nuovi trend globali, come l’automazione, l’elettrificazione, la digitalizzazione, la connettività e la sostenibilità. In questo senso, l’ampia diversificazione tra regioni e settori rafforza la capacità innovativa e la solidità di Bosch. Il Gruppo utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi per offrire ai clienti soluzioni cross-domain da un'unica fonte. Inoltre, applica la sua esperienza nella connettività e nell’intelligenza artificiale per sviluppare e produrre prodotti sostenibili e di facile utilizzo. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch contribuisce a migliorare la qualità della vita e a preservare le risorse naturali. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 470 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete ingegneristica, di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, in circa 136 sedi in tutto il mondo, sono 90.000 i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo, di cui oltre 48.000 sviluppatori software.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert Bosch GmbH assicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garantire il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 94% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. Le partecipazioni restanti sono detenute da una società di proprietà della famiglia Bosch e da Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda.

Maggiori informazioni su www.bosch.com, www.iot.bosch.com, www.bosch-press.it

Scarica il comunicato stampa