Suche

Press release #Bosch Group

Highmark Health e Bosch lanciano una collaborazione di ricerca per studiare il ruolo dell'IA nella diagnosi pediatrica delle condizioni polmonari

La tecnologia di IA audio SoundSee di Bosch è attualmente utilizzata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale per valutare il funzionamento del sistema

  • I microfoni raccolgono dati audio dei modelli di respirazione che vengono analizzati utilizzando l'intelligenza artificiale
  • Nel primo trimestre del 2022 partirà uno studio su pazienti pediatrici presso l’Allegheny Health Network
  • Nello spazio, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, la tecnologia Bosch SoundSee è utilizzata per raccogliere dati, sulla Terra è applicata al settore sanitario
Gabriele Aimone Cat

Gabriele Aimone Cat >

X

PITTSBURGH – Al CES® 2022 di Las Vegas, NV, Highmark Health e Bosch hanno annunciato una collaborazione di ricerca che utilizzerà la tecnologia innovativa di sensori, in grado di catturare l'audio e analizzarlo tramite IA, per rilevare condizioni polmonari pediatriche come, per esempio, l'asma. La tecnologia Bosch SoundSee è stata lanciata sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) alla fine del 2019 ed è attualmente in uso a bordo della stazione per valutare il funzionamento del sistema.

La nuova collaborazione di ricerca si basa sull’auscultazione medico-paziente. Attraverso lo stetoscopio il medico riesce a sentire il corretto respiro del paziente, basandosi sui modelli audio. Highmark Health e Bosch applicano gli stessi principi dello stetoscopio utilizzando la tecnologia dei sensori con IA per poter ascoltare e rilevare il respiro al fine di aiutare nella diagnosi di patologie respiratorie. Tali capacità di intelligenza artificiale possono migliorare l'assistenza domiciliare, in quanto i risultati diagnostici audio possono essere trasmessi direttamente al medico che potrà dare il proprio parere o eseguire ulteriori analisi.

Utilizzando microfoni ad alta fedeltà con l’IA e l'apprendimento automatico dell'analisi del suono, il team di ricerca indagherà se, utilizzando i vari modelli di respirazione dei pazienti, sia possibile rilevare condizioni polmonari pediatriche come l'asma.

Gli studi clinici saranno condotti dal Pediatric Institute of Allegheny Health Network (AHN) e dovrebbero iniziare nel primo trimestre del 2022. Joseph Aracri, DO, pediatra AHN e presidente dell’Istituto pediatrico, condurrà il primo studio di fattibilità su un piccolo gruppo di pazienti pediatrici. Durante le visite nella clinica pediatrica si utilizzerà il microfono ad alta risoluzione per catturare i suoni mentre i bambini parlano e respirano. Questi suoni verranno elaborati dall’IA e dall’apprendimento automatico, insieme a informazioni clinicamente rilevanti e alla diagnosi del bambino.

"Questa collaborazione unica tra due aziende leader, si sposa perfettamente con la nostra mission, ovvero esplorare innovazioni tecnologiche in grado di migliorare la salute e il benessere dei nostri pazienti" ha dichiarato Kelly J. Shields, PhD, Senior Research Data Scientist, Highmark Health. "La leadership globale di Bosch nello sviluppo di tecnologie industriali e di consumo pionieristiche e l'esperienza di ricerca e sviluppo di Highmark Health, insieme all'esperienza pediatrica di prim'ordine di AHN, creano una combinazione incredibilmente promettente che riteniamo possa contribuire a trasformare la diagnosi e il trattamento dell'asma e di altri disturbi respiratori”.

Il dott. Aracri lavora presso AHN dal 1998 e ne è stato presidente dal 2009 al 2014. Dal 2014 è anche primario del Dipartimento di Pediatria per Allegheny Health Network, presso il quale lavorano 120 medici e che fornisce un'ampia gamma di servizi ospedalieri e ambulatoriali, tra cui pediatria generale, asma, allergia e immunologia e servizi di neonatologia. Solo nella Pennsylvania occidentale, oltre 60 professionisti di AHN Pediatrics forniscono assistenza a più di 80.000 pazienti pediatrici in 20 sedi. Nel 2019 in Pennsylvania l'asma ha raggiunto un'incidenza del 12,3% tra i bambini nella fascia di età 0-17 anni.

L'IA audio arriva sulla Terra dallo spazio

La tecnologia SoundSee di Bosch a bordo della Stazione Spaziale si collega al robot volante Astrobee della NASA e utilizzando l'IA analizza i dati audio per rilevare potenziali anomalie e identificare le aree che richiedono lavori di manutenzione. La tecnologia cattura il rumore ambientale attraverso i microfoni integrati, poi utilizza l'intelligenza artificiale per estrarre le caratteristiche operative delle macchine e dei componenti dai modelli audio emessi, al fine di individuare potenziali anomalie.

"Bosch ha sempre creduto che la tecnologia SoundSee potesse avere applicazioni oltre lo spazio" ha affermato Samarjit Das, a capo del gruppo Intelligent Internet of Things presso Bosch Research a Pittsburgh. "La nostra nuova collaborazione di ricerca con Highmark Health e Allegheny Health Network è un altro passo importante che serve a dimostrare il potenziale di questa tecnologia e, in particolare, dell'intelligenza artificiale a vantaggio dell'umanità".

Bosch ha registrato numerosi brevetti riguardanti l'utilizzo della tecnologia SoundSee IA per varie applicazioni consumer e industriali, come il riconoscimento di rumori ambientali a eventi e il monitoraggio della salute delle macchine.

I sensori permettono di rilevare l'asma

L'esperienza e le competenze chiave di Bosch nella tecnologia dei sensori e dei microsistemi, nella miniaturizzazione, nello sviluppo di algoritmi e nella connettività intelligente hanno consentito di ottenere un prodotto per il monitoraggio dell'asma. Grazie a Vivatmo me, i pazienti asmatici possono monitorare le proprie condizioni a casa tramite un dispositivo di analisi che consente di determinare con precisione i livelli di infiammazione e di documentarli in un'app che può essere condivisa con il proprio medico. Vivatmo me è disponibile in Germania e Austria da marzo 2020 e Bosch prevede di ottenere l'approvazione in altri Paesi, come gli Stati Uniti.

Contatti per la Stampa:

Tel. 02 3696 2613 – 2698 – 2330

press@it.bosch.com

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 395.000 collaboratori (al 31 dicembre 2020) nel mondo, impiegati nei quattro settori di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 71,5 miliardi di euro nel 2020. In qualità di azienda leader nel settore IoT, Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, Industry 4.0 e mobilità connessa. Inoltre, persegue la visione della mobilità sostenibile, sicura ed entusiasmante. Bosch utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT, per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un'unica fonte. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa che contengano intelligenza artificiale (IA) o che siano state sviluppate o prodotte grazie ad essa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in circa 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete ingegneristica, di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. Con le sue oltre 400 sedi in tutto il mondo, il Gruppo Bosch è carbon-neutral dal primo trimestre del 2020. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, in circa 129 sedi in tutto il mondo, sono 73.000 i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo, di cui circa 34.000 ingegneri software.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert Bosch GmbH assicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garantire il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 94% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. Le partecipazioni restanti sono detenute da una società di proprietà della famiglia Bosch e da Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda.

Maggiori informazioni su www.bosch.com, www.iot.bosch.com, www.bosch-press.it

Scarica il comunicato stampa

Stai ancora cercando qualcosa?