Suche

  • Dal 1° gennaio 2022, in seguito a una lunga pianificazione, la responsabilità della gestione di Bosch passerà a una nuova generazione.
  • Alla fine del 2021, dopo circa 47 anni in Bosch, Franz Fehrenbach lascerà il suo incarico nel Consiglio di sorveglianza e in Robert Bosch Industrietreuhand KG (RBIK).
  • Stefan Asenkerschbaumer gli succederà nel ruolo di Presidente del Consiglio di sorveglianza e partner generale di RBIK.
  • Volkmar Denner lascerà dopo dieci anni l’incarico di Presidente del Board of Management. In qualità di consulente scientifico del Gruppo Bosch, si dedicherà alla ricerca nell’ambito della tecnologia quantistica.
  • Stefan Hartung sarà il nuovo Presidente del Board di Robert Bosch GmbH.
  • Christian Fischer sarà nominato nuovo Vice Presidente del Board of management.
  • Markus Heyn rivestirà l'incarico di Presidente del settore di business Mobility Solutions.
  • Markus Forschner sarà nominato nuovo CFO nel Board of Management.
  • Wolfgang Malchow lascerà la sua posizione dopo 40 anni nella società e si ritirerà da RBIK e dal Consiglio di sorveglianza.
  • Eberhard Veit succederà a Malchow come partner generale di RBIK e membro del Consiglio di sorveglianza.
  • Stefan Hartung, Christian Fischer e Michael Kaschke diventeranno soci di RBIK.
Gabriele Aimone Cat

Gabriele Aimone Cat >

X

Stoccarda, Germania – Dal 1° gennaio 2022, in seguito a una lunga pianificazione, la responsabilità della gestione di Bosch passerà a una nuova generazione. Franz Fehrenbach, Presidente del Consiglio di sorveglianza e di Robert Bosch Industrietreuhand KG lascerà il suo incarico e sarà sostituito da Stefan Asenkerschbaumer. Volkmar Denner lascerà il ruolo di Presidente del Board of Management a Stefan Hartung. Come consulente scientifico del Gruppo Bosch, Denner si dedicherà alla ricerca nel campo della tecnologia quantistica. Christian Fischer sarà il nuovo Vice Presidente del Board e Markus Heyn ricoprirà il ruolo di Presidente del settore di business Mobility Solutions. In qualità di nuovo CFO, Markus Forschner completa il nuovo Board di Bosch, ulteriormente ridotto a sette persone. Bosch è certa che le nuove nomine consentiranno all'azienda di proseguire nel percorso di sviluppo solido e significativo, come avrebbe voluto il suo fondatore, Robert Bosch.

Gli avvicendamenti delle cariche in Robert Bosch Industrietreuhand KG, nel Consiglio di sorveglianza e nel Board of management di Robert Bosch GmbH diventeranno effettive il 1° gennaio 2022. Eccole nel dettaglio:

Franz Fehrenbach (71) lascerà i suoi incarichi nella società il 31 dicembre 2021, dopo quasi 47 anni di presenza in azienda. Nella stessa data lascerà anche Robert Bosch Industrietreuhand KG. Franz Fehrenbach è stato Presidente del Consiglio di sorveglianza di Robert Bosch GmbH e socio generale e Presidente dell'Assemblea dei soci di Robert Bosch Industrietreuhand KG dal 1° luglio 2012. Dopo aver ricoperto vari incarichi dirigenziali, tra le altre cose, Fehrenbach è stato membro dell'esecutivo di Robert Bosch Corporation (Automotive Group) negli USA e di varie divisioni nel segmento della mobilità. È stato nominato nel Board of Management di Robert Bosch GmbH nel 1999 rivestendo il ruolo di presidente fino al 2012. I soci e il Consiglio di sorveglianza hanno reso omaggio ai molti anni di servizio di Franz Fehrenbach e agli eccezionali risultati raggiunti per l'azienda. A nome della proprietà della famiglia, Christof Bosch ha dichiarato: "Franz Fehrenbach ha servito Bosch con passione. I suoi quasi 47 anni di carriera parlano da soli. Negli ultimi anni, dopo aver guidato con successo le attività della società, è stato presidente del Consiglio di sorveglianza e di Industrietreuhand, mettendo al servizio dell'azienda la sua grande esperienza e lungimiranza. "

Stefan Asenkerschbaumer (65), che è stato Vice Presidente del Board of management dal 2013 e CFO di Robert Bosch GmbH dal 2010, lascerà il Board of management il 31 dicembre 2021. A partire dal 1° gennaio entrerà nel Consiglio di sorveglianza come Presidente. In Robert Bosch Industrietreuhand KG, di cui è socio minoritario dal 2018, Asenkerschbaumer diventerà socio generale e Presidente dell'Assemblea dei soci. La sua carriera in Bosch è iniziata nel 1987, come tirocinante commerciale. Dopo aver rivestito varie posizioni specialistiche e di responsabilità operativa a livello di reparto, stabilimento e business unit, oltre che un breve periodo come Presidente di divisione, è diventato CFO. In questo ruolo ha sostenuto politiche finanziarie lungimiranti e solide.

L'Assemblea dei soci e il Consiglio di sorveglianza hanno ringraziato Asenkerschbaumer per il suo importante lavoro nell'azienda, più di recente nel ruolo di Vice Presidente di lunga data e CFO e si congratulano per il suo nuovo incarico.

Avvicendamenti nel Board of Management

Il 31 dicembre, dopo 36 anni in Bosch – 16 dei quali nel Board of Management e 10 come CEO – Volkmar Denner (64) lascerà il Board di Robert Bosch GmbH, per dedicarsi nuovamente alla ricerca. Denner diventerà consulente scientifico di Bosch nel campo della tecnologia quantistica. Continuerà a partecipare alle riunioni Robert Bosch Industrietreuhand KG in veste di ospite.

Denner è da sempre interessato ai progressi della ricerca scientifica in tecnologie d'avanguardia per il bene comune. Per esempio, ha svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo della tecnologia dei sensori MEMS in Bosch. Oggi l’azienda guida il mercato globale in questo campo, sia nel settore automotive sia in quello consumer. Negli ultimi anni, Denner, che ha un dottorato in fisica quantistica, ha preparato tutta l'azienda a sfruttare al meglio il potenziale dell'AIoT, la combinazione di intelligenza artificiale (IA) e Internet delle cose (IoT).

I soci e il Consiglio di sorveglianza hanno espresso il loro ringraziamento a Denner per il suo prolifico operato nell'azienda nel corso di molti anni: "Il Consiglio di sorveglianza ha un enorme debito di gratitudine verso Volkmar Denner per i successi economici e per l'approccio visionario alla tecnologia, con cui ha diretto l'azienda" ha dichiarato Franz Fehrenbach, Presidente dell'Assemblea dei soci e del Consiglio di sorveglianza di Robert Bosch GmbH. Ha aggiunto: "Volkmar Denner ha impostato il cammino futuro dell'azienda verso la sostenibilità e ha preparato il gruppo al futuro digitale. Sotto la sua guida, Bosch è diventata la prima azienda industriale carbon neutral già nel febbraio 2020, oltre a essersi posta come guida a livello globale nei campi dell'intelligenza artificiale e dell'IoT. " A nome della famiglia Bosch, Christof Bosch ha dichiarato: "La proprietà della famiglia vuole esprimere il proprio ringraziamento a Volkmar Denner per essere rimasto fortemente fedele ai valori del suo fondatore nel dirigere l'azienda."

A partire dal 1° gennaio 2022, Stefan Hartung (55) sarà il nuovo Presidente del Board of Management. Contestualmente entrerà come socio in Robert Bosch Industrietreuhand KG. Hartung, che ha una laurea in ingegneria meccanica è in Bosch da 17 anni ed è membro del Board of management dal 2013. Come Presidente di Mobility Solutions, ha guidato il settore di business più grande della società dal 2019. In precedenza, Hartung aveva occupato ruoli di responsabilità nei settori di business Energy and Building Technology e Industrial Technology. Le posizioni manageriali precedenti in Bosch Power Tools e BSH Hausgeräte hanno permesso ad Hartung di sviluppare esperienza in prima persona in importanti aree del gruppo e una conoscenza approfondita dell'intero portfolio di prodotti e servizi in tutti i settori di business. Più di recente, il suo contributo è stato fondamentale per il riallineamento sistematico del settore di business Mobility Solutions con la creazione di nuove opportunità per la mobilità del futuro.

Christian Fischer (53) sarà il nuovo Vice Presidente del Board of Management a partire dal 1° gennaio 2022. Contestualmente diventerà socio di Robert Bosch Industrietreuhand KG. Fischer fa parte del Board di Bosch dal 2018, inizialmente come responsabile del settore di business Energy and Building Technology. In quanto Chief Performance Officer, ha progettato e implementato un programma a livello sistemico per migliorare la produttività di tutto il gruppo. A partire dal 1° luglio 2021 sarà anche responsabile del settore di business Consumer Goods, con la divisione Power Tools e la consociata BSH Hausgeräte GmbH, oltre che per l'Europa, il Medioriente, l'Africa, il Sudest asiatico e l'Australia. Fischer, laureato in economia ha lavorato nei consigli di amministrazione di altre aziende prima di entrare nel Board of Management di Bosch.

A partire dal 1° gennaio 2022, Markus Heyn (56) diventerà Presidente del settore di business Mobility Solutions. Nel Board of Management, occupa il ruolo di responsabile globale di vendite e marketing per il settore di business Mobility Solutions dal 2015. Heyn è responsabile inoltre delle divisioni Automotive Aftermarket e Connected Mobility Solutions e delle consociate ETAS GmbH e Bosch Engineering GmbH, quest'ultima include l'organizzazione interdivisionale Commercial Vehicles & Off-Road. Laureato in ingegneria meccanica, Heyn è in Bosch dal 1999.

Stefan Asenkerschbaumer sarà sostituito come Chief financial officer (CFO) da Markus Forschner (54), che entrerà nel Board of Management di Bosch a partire dal 1° gennaio 2022. Contestualmente assumerà anche l'incarico di Chief Performance Officer (CPO) del Gruppo Bosch. Forschner fa parte dell'Executive board di Bosch Rexroth dal 2015, in qualità di responsabile per gli affari commerciali. È entrato nel Gruppo Bosch nel 1996, con un tirocinio in management. Forschner ha studiato informatica e business administration conseguendo un dottorato all'Istituto per la gestione di R&D dell'Università di Stoccarda.

I soci e il Consiglio di sorveglianza augurano a Stefan Hartung, a Christian Fischer, a Markus Heyn e a Markus Forschner grandi successi nei loro nuovi incarichi.

Altre novità in Robert Bosch Industrietreuhand KG e nel Consiglio di sorveglianza di Robert Bosch GmbH

Wolfgang Malchow (71) lascerà i suoi ruoli nell'azienda e la Robert Bosch Industrietreuhand KG il 31 dicembre 2021. Malchow, laureato in giurisprudenza è stato azionista di RBIK da luglio 2014. È stato socio generale di RBIK dal 2016 e membro del Consiglio di sorveglianza di Robert Bosch GmbH dall'inizio del 2012. L'Assemblea dei soci e il Consiglio di sorveglianza hanno espresso il loro ringraziamento a Malchow per i risultati ottenuti e per gli oltre 40 anni di eccellente servizio all'azienda, otto dei quali come membro del Board e Direttore delle Relazioni Industriali. Come socio generale di RBIK e membro del Consiglio di sorveglianza di Robert Bosch GmbH sarà sostituito da Eberhard Veit, che fa parte di RBIK da aprile 2019. Ingegnere, ha 59 anni ed è anche azionista di 4.0 Ve IT GmbH e socio del Consiglio di sorveglianza di Carl Zeiss AG. Fino all'inizio del 2016 è stato presidente del CdA di Festo AG.

Insieme a Stefan Hartung e Christian Fischer, Michael Kaschke (64), Presidente del Consiglio di sorveglianza del Karlsruhe Institute for Technology (KIT), membro del Consiglio di sorveglianza Bosch da aprile 2016, entrerà in Robert Bosch Industrietreuhand KG come azionista, in data 1° gennaio 2022. Kaschke è stato Presidente del Board di Carl Zeiss AG fino ad aprile 2020.

Composizione degli organi di gestione dal 1° gennaio 2022

Board of Management di Robert Bosch GmbH

Dott. Stefan Hartung, Presidente (CEO)

Dott. Christian Fischer, Vice Presidente

Filiz Albrecht, Responsabile Risorse Umane (CHRO)

(nuovo) Dott. Markus Forschner, Chief Financial Officer (CFO) e Chief Performance Officer (CPO)

Dott. Markus Heyn, Presidente del settore di business Mobility Solutions

Harald Kroeger, le cui responsabilità includono le divisioni Cross Domain Computing Solutions, Chassis Systems Control e Automotive Electronics del settore di business Mobilità.

Rolf Najork, Responsabile del settore di business Industrial Technology

Consiglio di sorveglianza di Robert Bosch GmbH

(nuovo) Prof. Stefan Asenkerschbaumer, Presidente

Frank Sell, Vice Presidente

Altri membri

Nadine Boguslawski

Dott. Christof Bosch

Christian Brunkhorst

Prof. Elgar Fleisch

Klaus Friedrich

Mario Gutmann

Jörg Hofmann

Prof. Michael Kaschke

Prof. Renate Köcher

Martina Koederitz

Matthias Georg Madelung

Kerstin Mai

Oliver Simon

Karin Solda

Peter Spuhler

(nuovo) Dott. Eberhard Veit

Dott. Richard Vogt

Prof. Beatrice Weder Di Mauro

Robert Bosch Industrietreuhand KG

Nuovi soci dirigenti:

Prof. Stefan Asenkerschbaumer, Vice Presidente di Robert Bosch GmbH fino alla fine del 2021 e

Dott. Eberhard Veit, ex Presidente del CdA di Festo AG

Altri azionisti

Dott. Christof Bosch, come rappresentante della famiglia Bosch

(novità) Dott. Christian Fischer, Vice Presidente del Board di Bosch dal 1° gennaio 2022

Prof. Elgar Fleisch, Professore di gestione delle informazioni e della tecnologia all'ETH di Zurigo e all'Università di San Gallo

Prof. Lino Guzzella, ex Rettore dell'ETH di Zurigo

(nuovo) Dott. Stefan Hartung, Presidente del Board of Management di Bosch dal 1° gennaio 2022

(nuovo) Prof. Michael Kaschke, ex Presidente del CdA di Carl Zeiss AG

Prof.ssa Renate Köcher, Managing Director dell'Istituto di demoscopia di Allensbach

Peter Spuhler, socio di maggioranza e Presidente del Consiglio di sorveglianza della società svizzera Stadler Rail AG

Informazioni su Robert Bosch Industrietreuhand KG

RBIK gestisce le funzioni imprenditoriali di Robert Bosch GmbH. Il ruolo della società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand è il risultato della particolare costituzione organizzativa di Robert Bosch GmbH. Nata nel 1964, ha lo scopo di salvaguardare i valori e il lavoro del fondatore dell'azienda, Robert Bosch (1861–1942). La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 94% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG, che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda.

Tags: Nomine, Corporate

Contatti per la Stampa:

Tel. 02 3696 2613 – 2698 – 2330

press@it.bosch.com

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 395.000 collaboratori (al 31 dicembre 2020) nel mondo, impiegati nei quattro settori di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 71,5 miliardi di euro nel 2020. In qualità di azienda leader nel settore IoT, Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, Industry 4.0 e mobilità connessa. Inoltre, persegue la visione della mobilità sostenibile, sicura ed entusiasmante. Bosch utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT, per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un'unica fonte. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa che contengano intelligenza artificiale (IA) o che siano state sviluppate o prodotte grazie ad essa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in circa 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete ingegneristica, di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. Con le sue oltre 400 sedi in tutto il mondo, il Gruppo Bosch è carbon-neutral dal primo trimestre del 2020. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, in circa 129 sedi in tutto il mondo, sono 73.000 i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo, di cui circa 34.000 ingegneri software.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert Bosch GmbH assicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garantire il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 94% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. Le partecipazioni restanti sono detenute da una società di proprietà della famiglia Bosch e da Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda.

Maggiori informazioni su www.bosch.com, www.iot.bosch.com, www.bosch-press.it

Scarica il comunicato stampa

Stai ancora cercando qualcosa?