Suche

Bosch si impegna a dar forma alla mobilità del futuro offrendo soluzioni attente all’ambiente

Le innovazioni Bosch a e_mob, il Festival della Mobilità elettrica

  • Bosch offre soluzioni concrete per rendere la mobilità elettrica accessibile ed ecocompatibile
  • Dal 26 al 28 settembre, Bosch protagonista alla terza edizione di e_mob con uno spazio dedicato alle eBike
  • Giovedì 26 settembre, tavola rotonda dedicata alla mobilità elettrica

Milano – Il mondo sta affrontando enormi sfide in termini di energia e cambiamenti climatici. Bosch è in prima linea nelle azioni a tutela del clima, e non solo perché si è impegnata per rendere le sue sedi nel mondo a zero emissioni a partire dal 2020. Ogni anno, infatti, l’azienda investe circa 400 milioni di euro nella mobilità a emissioni zero, sviluppando soluzioni che abbiano il minor impatto sul riscaldamento globale e la qualità dell'aria.

Bosch racconterà la propria visione della mobilità alla terza edizione di e_mob, il Festival dell’eMobility in programma da giovedì 26 a sabato 28 settembre presso il Palazzo della Regione a Milano. L’evento, promosso e organizzato da Regione Lombardia e Comune di Milano, sarà un’occasione di incontro per aziende, associazioni di settore, start-up e istituzioni per discutere il futuro della mobilità elettrica e per presentare progetti e soluzioni ad essa legati. Nel corso dei tre giorni della Conferenza nazionale sulla mobilità elettrica, Bosch dedicherà uno spazio interamente al mondo delle eBike. I visitatori potranno provare le bici a pedalata assistita dotate della tecnologia Bosch, comode e veloci con una spinta elettrica fino a 25 km/h.

Nella giornata di giovedì Bosch parteciperà alla tavola rotonda dedicata alla mobilità elettrica a cui prenderà parte Federico Brivio, Electrification Customer Projects Director di Bosch. Considerando l’elettromobilità, la multinazionale tedesca ha un portfolio ampio di soluzioni: dalle eBike ai veicoli commerciali elettrificati, dalla ibridizzazione a 48 volt al sistema di propulsione completamente elettrico. Parlando di elettromobilità, Bosch è in prima linea: nessun'altra azienda ha altrettanta esperienza in questo settore. Dall'inizio del 2018, Bosch si è aggiudicata ordini nel settore dell’elettromobilità per un valore di circa 13 miliardi di euro, compresi i progetti di produzione di sistemi di propulsione elettrici a batteria per auto e veicoli commerciali leggeri. Bosch ha previsto vendite di componenti e sistemi di elettromobilità per autovetture e autocarri leggeri per 5 miliardi di euro entro il 2025.

Lo stress fa invecchiare le batterie più velocemente. Quello che i genetisti hanno dimostrato molto tempo fa essere valido per il corpo umano, vale anche per le celle delle batterie dei veicoli elettrici. Più le batterie invecchiano, più diminuiscono prestazioni, capacità e autonomia del veicolo. Per fare in modo che le batterie durino di più, Bosch sta sviluppando nuovi servizi cloud che si affiancano ai singoli sistemi di gestione della batteria dei veicoli. Le funzioni smart del software nel cloud analizzano continuamente lo stato della batteria e agiscono di conseguenza per rallentare l’invecchiamento delle celle. Questi interventi possono ridurre l’usura della batteria, il componente più costoso di un veicolo elettrico, fino addirittura al 20%. Secondo gli esperti, la durata media delle attuali batterie agli ioni di litio è pari a 8-10 anni o 500-1.000 cicli di carica. Solitamente, i produttori di batterie garantiscono un chilometraggio compreso tra 100.000 e 160.000 chilometri. Ma la rapidità di ricarica, il numero elevato di cicli di ricarica, lo stile di guida eccessivamente sportivo e temperature estremamente alte o basse sono tutte fonti di stress per le batterie, che contribuiscono ad accelerare il processo di invecchiamento delle batterie. I servizi Bosch basati su cloud sono ideati per riconoscere e contrastare queste cause di deterioramento. Tutti i dati rilevanti per la batteria, come ad esempio temperatura ambiente attuale e abitudini di ricarica, vengono trasmessi in tempo reale al cloud, dove vengono valutati da algoritmi di apprendimento automatico. Con questi servizi, Bosch non solo offre la possibilità di essere sempre a conoscenza dello stato attuale della batteria, ma per la prima volta consente di effettuare una previsione affidabile della durata residua e delle prestazioni della batteria stessa.

Il sistema a 48 volt è destinato a diventare lo standard minimo nel mercato automotive del futuro. Il portfolio di Bosch per i sistemi a 48 volt non si limita alla batteria, ma comprende altri componenti come i convertitori DC/DC e i motori elettrici. Bosch punta a integrare questa tecnologia in tutte le classi di veicoli per soddisfare i requisiti futuri sulle emissioni e offrire un’ibridizzazione accessibile. Il sistema aggiunge al motore a combustione una spinta elettrica attraverso la batteria a 48 volt, che viene caricata recuperando l’energia derivante dalla frenata, riducendo i consumi di carburante fino al 15%. La richiesta dei sistemi a 48 volt sta registrando una crescita in tutto il mondo. Bosch prevede che entro il 2025 quasi il 20% delle nuove auto vendute ogni anno in tutto il mondo, sarà equipaggiato con sistema a 48 volt e batteria abbinata. Saranno soprattutto i mercati di Europa e Cina a trainare le domande. Bosch e Contemporary Amperex Technology Co. Limited (CATL) hanno recentemente stipulato un accordo di collaborazione a lungo termine relativo alle celle delle batterie ad alte prestazioni. CATL si occuperà della progettazione, dello sviluppo e della produzione delle celle in base ai requisiti di Bosch, in modo che possano essere utilizzate nella batteria a 48 volt sviluppata dalla multinazionale tedesca. Questa batteria è l’elemento chiave dei sistemi di propulsione ibridi a 48 volt, che grazie alla loro efficienza si distinguono sempre più a livello mondiale.

I veicoli elettrici e ibridi rendono possibile la mobilità a zero emissioni locali nei centri urbani. Bosch aiuta le case costruttrici a progettare questi sistemi di propulsione e fornisce i componenti necessari. Un esempio è l'e-axle che combina elettronica di potenza, motore elettrico e trasmissione in una sola unità. Questo lo rende adatto a tutti i tipi di veicoli, dalle auto compatte ai mezzi commerciali leggeri.

Bosch s’impegna dunque a rendere la mobilità sempre più efficiente, connessa ed elettrica, offrendo soluzioni ecosostenibili e accessibili. La tecnologia Bosch, infatti, è presente in ogni classe di veicolo, dai passeggini elettrici per bambini agli scooter, dalle auto ai veicoli commerciali. Il know-how dell'azienda si estende, quindi, nell’intero ecosistema dell’eMobility.

Tags: Evento, Mobility Solutions

Contatti per la Stampa:

Tel. 02 3696 2613 - 2014 - 2698

press@it.bosch.com

Il settore di business Mobility Solutions è il più importante del Gruppo Bosch. Nel 2018 ha registrato un fatturato di 47,6 miliardi di Euro, equivalenti al 61 percento dei ricavi totali del Gruppo. Questi risultati rendono il Gruppo Bosch uno dei fornitori leader nel campo automotive. Il settore di business Mobility Solutions persegue la visione della mobilità del futuro senza incidenti, senza emissioni e senza stress e combina l’expertise del gruppo in tre ambiti: automazione, elettrificazione e connettività. Il settore di business Mobility Solutions opera a livello mondiale nelle seguenti aree di business: sistemi di iniezione per motori a combustione interna, mobilità e soluzioni alternative legate alla propulsione elettrica, sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza, guida autonoma, tecnologie per informazione e comunicazione fra veicoli e fra veicoli e infrastrutture, concept e servizi per l'aftermarket. Bosch ha contribuito con importanti innovazioni all'evoluzione dell'auto come, per esempio, la gestione elettronica del motore, il sistema elettronico di stabilità ESP e la tecnologia common-rail per i motori diesel.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 410.000 collaboratori (al 31 dicembre 2018) impiegati nei quattro settori di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 78,5 miliardi di euro nel 2018. In qualità di azienda leader nel settore IoT Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, industria e mobilità connessa. Inoltre, utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un'unica fonte. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 460 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 68.700 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 130 sedi in tutto il mondo.

Ulteriori informazioni sul sito www.bosch.com e www.bosch.it/stampa

Stai ancora cercando qualcosa?