Suche

Bosch Termotecnica in crescita

Aumento del fatturato del 6% nel primo semestre 2018

  • Fatturato record di 3,4 miliardi di euro nell’anno fiscale 2017
  • Riscaldamento intelligente: venduti oltre 415.000 dispositivi connessi in rete
  • Uwe Glock, CEO di Bosch Termotecnica: “I nostri prodotti innovativi per la decarbonizzazione, digitalizzazione e decentralizzazione ci posizionano bene per la transizione energetica”

Wetzlar – Nel 2017, Bosch Termotecnica ha raggiunto una crescita di fatturato del 4% in termini nominali e del 6% al netto degli effetti valutari, portando il fatturato totale al livello record di 3,4 miliardi di euro. Bosch Termotecnica è cresciuta anche nel primo semestre del 2018, quando il fatturato ha superato quello dello stesso periodo dell’anno precedente del 3% e 6%, rispettivamente in termini nominali e al netto degli effetti valutari.

A dispetto di una situazione difficile, la Divisione ha ottenuto risultati eccellenti negli ultimi 18 mesi

ha dichiarato Uwe Glock, CEO di Bosch Termotecnica.

“I costi delle materie prime e del trasporto sono aumentati notevolmente e abbiamo dovuto fare i conti con effetti valutari negativi. Nonostante la svalutazione monetaria, specialmente della lira turca e della sterlina inglese, ci sia costata una somma milionaria a doppia cifra, nel 2017 siamo riusciti ad ottenere il fatturato più alto della storia della nostra azienda” ha spiegato Glock.

In termini di produzione, la crescita è derivata principalmente dalle pompe di calore e dalle caldaie murali; in termini di mercato, l’aumento del fatturato è il risultato soprattutto della crescita delle vendite in Europa. Bosch Termotecnica ha registrato un forte aumento del fatturato in primis in Germania, il mercato principale, e in Turchia, nonché in quasi tutti i mercati dell’Europa centrale e orientale. Nonostante la Brexit e i suoi effetti valutari negativi, Bosch Termotecnica è cresciuta fortemente nell’importante mercato del Regno Unito, dove il fatturato è salito dell’8% nella valuta locale nella prima metà del 2018. “I nostri importanti e continui investimenti nelle tecnologie innovative del futuro stanno chiaramente dando i loro frutti. Nel 2017, il nostro investimento in Ricerca e Sviluppo è ammontato a 172 milioni di euro, più del doppio di quello di dieci anni fa” ha aggiunto Glock.

Fino ad oggi, oltre 415.000 prodotti connessi fanno di Bosch Termotecnica il fornitore leader di soluzioni intelligenti per il riscaldamento a garanzia di un maggior comfort, efficienza energetica, sicurezza di funzionamento e qualità dell’assistenza. La nuova generazione di prodotti, lanciata nel 2015 con il nome “DNA”, è stata accolta molto bene dal mercato. I prodotti sono caratterizzati da connettività, struttura modulare, semplicità di assistenza e design distintivo. Oggi questa serie è disponibile in circa 30 Paesi nel mondo. “Ha rafforzato la nostra posizione di leader di mercato a livello mondiale per edifici residenziali e ha definito nuovi standard per il settore della termotecnica” ha sottolineato Glock.

Buon posizionamento per i tre mega trend della transizione energetica

Nel corso degli ultimi dieci anni, Bosch Termotecnica si è trasformata da fornitore di prodotti a fornitore internazionale di sistemi completi per il mercato del riscaldamento, ventilazione e condizionamento. “Sulla strada della termotecnica del futuro, Bosch continuerà a fare affidamento sui tre segmenti aziendali ‘sistemi di riscaldamento e gestione energetica per edifici residenziali’, ‘riscaldamento acqua calda sanitaria’ e ‘sistemi di riscaldamento e condizionamento commerciali e industriali’. “In tempi di transizione energetica, il nostro obiettivo è quello di diventare un’azienda digitale che si occupa di clima ed energia, includendo anche l’assistenza, e perciò puntiamo a un aumento del fatturato di almeno il 5% all’anno” ha affermato Uwe Glock, illustrando gli ambiziosi obiettivi aziendali. Sul lungo termine, le tre “D” che rappresentano i mega-trend del settore termotecnico – decarbonizzazione, digitalizzazione e decentralizzazione (aumento nella generazione di elettricità a livello locale) – saranno le sfide più grandi per rendere Bosch Termotecnica pronta per il futuro. “È dunque importante capire che adesso è il momento giusto per puntare sulla diffusione dei sistemi elettrici, come le pompe di calore in combinazione con soluzioni di ventilazione ambiente controllata o soluzioni elettriche per l’acqua calda sanitaria. Altri punti in cima alla nostra agenda per i prossimi anni riguardano le soluzioni complete per nuovi edifici residenziali, progetti di attività nel segmento commerciale e industriale e l’ingresso in nuove aree di business, come la purificazione dell’aria” ha dichiarato Uwe Glock. Già oggi, Bosch Termotecnica ha nel proprio portafoglio un numero elevato di prodotti che attuano in maniera innovativa i tre mega trend citati in precedenza per committenti e clienti nel settore del riscaldamento.

I sistemi di accumulo a batteria rendono più flessibile la fornitura di elettricità

Il mercato dei sistemi di accumulo a batteria continua a crescere in modo dinamico, mentre efficienti sistemi di batterie stabilizzano le fonti energetiche rinnovabili e compensano il ritardo tra generazione e domanda di energia. Bosch Termotecnica offre sistemi di accumulo dell’elettricità in una gamma di potenze adatta a destinatari che vanno dalle piccole aziende fino alle centrali elettriche.

I sistemi di accumulo a batteria di Bosch presentano un sofisticato sistema di raffreddamento che riduce i costi di funzionamento e previene il deterioramento precoce delle batterie. Un esempio di sistema di accumulo così grande è presente nello stabilimento di Bosch Termotecnica a Wernau. Il container lungo 12 metri è dotato di 432 moduli batteria che possono rifornire di elettricità per una settimana quaranta famiglie di quattro persone, con un consumo annuale di energia pari a 3.500 kWh ciascuna. Il sistema è collegato alla rete pubblica e si carica e scarica in base alla fornitura e domanda del mercato elettrico. “Siamo convinti che i nostri sistemi di accumulo a batteria diventeranno sostenibili dal punto di vista economico, perché sono più efficienti e veloci di altre soluzioni” ha affermato Uwe Glock.

Collegamento smart con il gestore energetico decentralizzato di Bosch

Presentato alla fiera SHK a Essen nel mese di marzo, il nuovo gestore energetico di Bosch aiuta chi vive in abitazioni intelligenti a diventare indipendente dal punto di vista energetico. Sempre più proprietari di abitazioni scelgono una soluzione che comprende una pompa di calore e un

sistema fotovoltaico. Il software per la gestione dell’energia combina questi due sistemi in maniera intelligente, in modo da facilitare l’utilizzo dell’energia generata internamente e la generazione efficiente di calore. Il gestore energetico è integrato nella app Bosch Smart Home che consente agli utenti di tenere sotto controllo tutti i dati e di integrare facilmente i propri elettrodomestici. Chi abita in abitazioni intelligenti risparmia l’80% dei costi per l'elettricità grazie al controllo digitale efficiente e all’energia solare rinnovabile in combinazione con un sistema di accumulo a batteria.

Gli strumenti digitali di assistenza aiutano gli installatori termotecnici

“Le soluzioni digitali sono la chiave del successo quando si tratta di plasmare il futuro dell’industria del riscaldamento. In futuro gran parte del nostro fatturato deriverà da soluzioni connesse. Puntiamo ad essere un partner importante per gli installatori termotecnici per aiutarli nel percorso verso il mondo connesso, in modo che possano concentrarsi sulla loro attività principale e offrire ai clienti finali la miglior assistenza possibile” ha dichiarato Uwe Glock. Ad aprile 2018, l’azienda ha lanciato una nuova soluzione digitale sotto forma di applicazione: si tratta di EasyContact, un’app che permette agli installatori termotecnici di contattare direttamente al telefono gli esperti di Bosch Termotecnica. Con soli tre clic, potranno parlare con il reparto desiderato, quindi con la massima semplicità e velocità. Nel corso dell’anno saranno aggiunte altre funzioni. Gli installatori termotecnici potranno, per esempio, utilizzare la app per inviare i report di errore direttamente al Customer Service, così il consulente tecnico potrà fornire una soluzione ancora più velocemente di prima. EasyContact è integrata nel toolbox digitale EasyService: ciò significa che tutti gli strumenti digitali relativi all’assistenza e alla messa in funzione dei sistemi di riscaldamento sono gestiti in un’unica app. I vantaggi: miglior controllo, riduzione del tempo di inserimento, maggiore soddisfazione del cliente.

Tags: Business/Economy, Termotecnica

Contatti per la Stampa:

Tel. 02 3696 2014 - 2364 - 2698

press@it.bosch.com

Bosch Termotecnica è un produttore leader in Europa di prodotti per il riscaldamento ad alta efficienza energetica e soluzioni per la produzione di acqua calda sanitaria. Nell'anno fiscale 2017, Bosch Termotecnica, con circa 14.400 collaboratori, ha generato un fatturato di quasi 3,4 miliardi di euro, di cui il 67% fuori dalla Germania. Bosch Termotecnica ha forti marchi internazionali e regionali e produce una gamma differenziata di prodotti in Europa, America e Asia.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 402.000 collaboratori (al 31 dicembre 2017) impiegati nei quattro settori di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 78,1 miliardi di euro nel 2017. In qualità di azienda leader nel settore IoT Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, mobilità connessa e Industry 4.0. Inoltre, utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un'unica fonte. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 64.500 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 125 sedi in tutto il mondo.

Ulteriori informazioni sul sito www.bosch.com e http://www.bosch-press.it

Stai ancora cercando qualcosa?